I grafici per l’analisi tecnica delle opzioni binarie

I grafici per l’analisi tecnica delle opzioni binarie

Tecnica delle opzioni binarie: i grafici per l’analisi tecnica

Se sei nuovo al trading opzioni binarie, devi sapere che ciò che distingue un broker da un altro, è la piattaforma e la presenza di grafici interattivi.
Uno strumento grafico per il trading può essere a pagamento o gratuito, indipendentemente da questo, in genere richiedono plugin per funzionare in maniera ottimale.

Altri grafici vengono forniti come pacchetto completo e sono a pagamento.

A cosa serve un grafico interattivo?

I grafici sono il mezzo per espletare l’analisi tecnica sul mercato delle opzioni binarie. In assenza di grafici, non c’è analisi e quindi verrebbero a mancare quelle opportunità di mercato che spesso portano a guadagni.

“In assenza di analisi di mercato si sta giocando d’azzardo.”

I diversi tipi di pacchetti grafici

I grafici di opzioni binarie offerti dai broker non sempre sono di alta qualità, e quello che vogliamo fare oggi è darvi una panoramica delle offerte per l’utilizzo libero e gratuito dei migliori grafici disponibili.

I grafici possono avere due diverse nature:

Web-based

Sono grafici dotati di grande flessibilità in termini di interattività e in termini di associazione con altri strumenti di analisi. Non tutti i broker forniscono questo tipo di software.

Standalone plug-in

Sono grafici scaricabili come una parte dell’offerta della piattaforme di Forex Trading e opzioni binarie. Sono ottimi per eseguire una corretta analisi delle attività di trading e sono rilasciati assieme ad altri strumenti per migliorare l’analisi.

Andiamo a vedere da vicino alcuni pacchetti grafici di libero utilizzo:

MetaTrader4

Il migliore tra i grafici free interattivi, disponibile per quasi tutti i broker di opzioni binarie e Forex, con più di 40 coppie di valute, e con i principali indici azionari e metalli preziosi.

v1.7 Forex Charts Widget

Il download è gratuito, stiamo parlando di un software grafico per le coppie di valuta.

FreeBinaryOptionsCharts.com

E’ gratuito e facile da usare e fornisce anche una guida per principianti.

Multicharts

E’ un software grafico ad alta definizione con 30 diverse coppie di valute. E’ possibile utilizzare diversi intervalli di tempo da 60 secondi fino a un mese.

Interactive Brokers Information Systems – IBIS

Il costo è di circa 70€ al mese. E’ una piattaforma per la creazione di grafici tra le più complete per l’analisi tecnica. E’ utilizzabile per 22 indicatori tecnici ed è dotato di tre tipi di grafico: a barre, linee o candelieri.

Conclusione

Questi sono solo alcuni esempi della possibilità di utilizzare pacchetti grafici a pagamento o gratuiti per realizzare una adeguata analisi tecnica.
Spetta all’operatore capire quale usare sulla base di costo, opportunità, facilità d’uso e altri parametri personali.

trading valuta estera

Fare trading con la valuta estera

Il trading in valuta estera

E’ possibile ottenere guadagni interessanti sui valori fluttuanti delle valute tra diversi paesi.
Dovete sapere che un tempo lo scambio in valuta estera poteva essere fatto solo dalle persone che si recavano in altri paesi, ma ora è diverso.

Quando parliamo di trading con la valuta estera, ci riferiamo a un tipo di trading di investimenti che oggi è diventato comune alla maggior parte delle persone che intendono iniziare una carriera nei mercati finanziari.

Fare trading Forex da Principiante

Anche se fare trading Forex sembra qualcosa di facile, vi assicuriamo che il tasso di fallimento tra i nuovi commercianti è molto alto.

“L’85% dei nuovi commercianti si allontana dal trading a mani vuote.”

Il Forex trading è una truffa?

Il Forex trading non è una truffa, ma un settore fondato principalmente sullo studio dei mercati finanziari. Lo sbaglio che fanno i nuovi commercianti sta esattamente nell’obiettivo, che dovrebbe essere improntato nel lungo periodo, ma prima ancora occorre capire il funzionamento degli scambi in valuta estera.

Il Leverange

Il Leverange è la capacità da parte di un commerciante di utilizzare la leva finanziaria Forex. L’utilizzo del leverage consente di scambiare sul mercato con più soldi di quello che si possiedono, proprio per questo è uno strumento da considerare con molta prudenza.

Esempio: negozio con un rapporto 2: 1 con un deposito di 2.000 euro, posso negoziando 4000 euro di valuta sul mercato. Ci sono anche tanti broker Forex che vi danno la possibilità di commerciare con un rapporto fino a 50: 1 e i nuovi operatori iniziano con questo rapporto anche se non sono esperti arrivando a conseguenze economiche disastrose.
Con una leva finanziaria a 50: 1, con 2.000 euro si può negoziare 100.000 euro.

“La leva finanziaria è un ottimo strumento per aumentare i soldi presenti nel vostro account, ma il suo utilizzo aumenta anche il rischio di perdite.”

Il peggior atteggiamento che un nuovo operatore può avere è:
posso raddoppiare il mio account in pochi giorni – ma anche se questo è possibile, non lo è per un nuovo operatore.
Cosa evitare perdite quando si vuole fare trading con successo
Ipotizzando una corretta gestione della leva finanziaria, la seconda cosa che dovete gestire sono le vostre emozioni personali. Le emozioni sono uno stato emotivo che può indurvi ad azioni che probabilmente vi porteranno a perdere soldi.

“Il modo migliore per affrontare le emozioni e superarle, è un piano di negoziazione a cui ci si deve attenere scrupolosamente.”

Inoltre, vi consigliamo di tenere un diario di trading forex per tracciare il trading e imparare dagli errori.

Conclusione

Guadagnare nel Forex online è un obiettivo raggiungibile con una buona educazione e limitando le emozioni, infine, con una pratica demo di trading Forex potete sbagliare e imparare senza rischiare soldi veri.

Nessun ultimatum all'Italia

Nessun ultimatum all’Italia

L’Unione europea non ha dato nessun ultimatum all’Italia ma bensì una richiesta con una lettera ufficiale in cui evidenzia la necessità di una piccola correzione dello 0,3% del deficit strutturale relativo all’anno 2017.

A questo punto la Commissione europea logicamente si aspetta la messa in campo delle relative misure cautelative da parte del Governo entro la fine del mese di aprile.

Pierre Moscovici, Commissario per gli Affari Economici e monetari dell’Unione europea durante una conferenza stampa avvenuta subito dopo la pubblicazione delle nuove stime macroeconomiche dell’Eurozona ha dichiarato quanto segue:

“Il 17 gennaio la Commissione ha inviato una lettera chiedendo un ulteriore sforzo strutturale di almeno lo 0,3% e il Governo italiano ha risposto a inizio febbraio, impegnandosi su tutta una serie di fronti. Abbiamo avuto scambi con Pier Carlo Padoan e adesso ci aspettiamo l’adozione di nuove misure entro la fine di aprile”.

Posted by / March 2, 2017 / Posted in News
aumento di capitale per Unicredit

Probabile aumento di capitale per Unicredit

Per quanto riguarda l’aumento di capitale di Unicredit, manovra da 14 miliardi di euro, si sta lavorando a uno sconto intorno al 40/45% con un prezzo di emissione delle nuove azioni a 1,4- 1,5 euro.
Tutto questo è stato riferito da una fonte molto vicina a tutta la situazione, la stessa fonte ha confermato anche tutto quello che è stato riportato oggi dal Messaggero ed ha aggiunto anche che comunque non c’è ancora una decisione definitiva.
Per quanto riguarda la tempistica di conclusione di tutta quanta la manovra il probabile aumento potrebbe partire subito dopo l’approvazione dei conti relativi all’anno 2016 che è in calendario per il 9 febbraio.

Per ora Unicredit non ha rilasciato commenti a riguardo.

Posted by / January 17, 2017 / Posted in News
Dollaro

Frenata del Dollaro

I dati di ieri sulla produttività americana nel secondo trimestre hanno raffreddato ancora di più l’ottimismo che c’era riguardante una crescita del Paese dopo gli ottimi numeri che erano stati raggiunti venerdì scorso nel mercato del lavoro.
A mezza mattinata il rapporto Euro/Dollaro era di poco al di sotto del massimo intraday a quota 1,1162 che oltretutto è il livello più alto da quasi una settimana.

Il rapporto Dollaro/Yen e invece sceso fino a quota 101,22 dopo il massimo toccato lunedì a quota 102,93.

Lo strategist valutario di Morgan Stanley, Hans Redeker ha dichiarato quanto segue:

“L’uscita del terzo dato trimestrale consecutivo di declino della produttività Usa, che risulta essere la striscia peggiore almeno dal 1980, non dice bene per le prospettive del Dollaro”.

Anche la sterlina riesce a recuperare terreno nei confronti del biglietto verde con il cambio Sterlina/Dollaro che sale sopra quota 1,35.

Posted by / September 28, 2016 / Posted in Borsa, News
Gas naturale

Valori futures del Gas naturale in ribasso

In questa sezione borsistica americana di inizio settimana i futures del Gas naturale sono in ribasso.
All’interno del New York Mercantile Exchange i futures del Gas naturale in consegna ad agosto sono stati scambiati a 2,939 dollari americani per ogni milione di British thermal units, questo valore è sceso dello 0,31%.

I valori di scambio in precedenza sono stati ancor più bassi

arrivando a 2,728 dollari per ogni milione di british thermal units e il Gas naturale ha trovato una quota di supporto a 2,721 dollari è una quota di resistenza posta 3,121 dollari.
Dando un’occhiata all’interno del Nymex vediamo che il Greggio in consegna ad Agosto è sceso dello 0,37% scambiando a 47,82 dollari al barile mentre il Gasolio sempre in consegna ad agosto è sceso dello 0,78% scambiando 1,5112 dollari per gallone.
L’indice del Dollaro che mette in risalto l’andamento della moneta americana nei confronti delle altre sei monete rivali e sceso dello 0,12% scambiando a 95,42 dollari.

Posted by / August 30, 2016 / Posted in Borsa, News
discesa tokyo

Tokyo continua al sua discesa

La borsa giapponese ha chiuso per l’ennesima volta in calo ed è vicina ai minimi da due mesi a questa parte estendendo la forte flessione che aveva fatto segnare ieri.
Come in tutte le altre piazze continua ad essere predominante fra gli operatori la paura di un’uscita da parte del Regno Unito dall’Unione Europea in vista del referendum di giovedì 23 giugno.

Lo Yen è riuscito a restare forte tenendo sotto pressione i titoli che sono maggiormente legati alla funzione di export.

L’indice Nikkei ha perso 1,2% riuscendo a recuperare in maniera marginale a fine seduta, l’indice Topix invece ha perso lo 0,97%.
Fra i titoli maggiori vediamo Honda Motor Company che perde l’1,42%, Nissan Motor Company che perde lo 0,6% e Toyota Motor Corp che ha perso lo 0,69%.

Posted by / July 27, 2016 / Posted in Borsa
futures oro

Calo per i futures dell’Oro

La sessione asiatica di questo mercoledì ha messo in risalto un ribasso dei futures dell’Oro.
All’interno della divisione Comex del New York Mercantile Exchange i futures dell’Oro in consegna ad agosto sono stati scambiati a 1.318,42 dollari americani per ogni singola oncia troy, valore in discesa dello 0,07%.
In un primo momento il prezzo di scambio è stato anche più basso a 1.292,37 dollari per oncia troy ed era previsto trovare una quota di supportoo a 1.291, 27 e una quota di resistenza a 1.321,11.

I valori dell’indice del Dollaro che mette in risalto l’andamento della moneta americana nei confronti delle altre monete rivali è salito dello 0,06% scambiando a 95,22 dollari.

Sempre sul Comex l’Argento in consegna a luglio è sceso dello 0,02% scambiando a 16,011 dollari per oncia troy mentre il Rame in consegna sempre a luglio è sceso dello 0,62% scambiando a 2,121 dollari per libbra.

Posted by / July 19, 2016 / Posted in Borsa
fondo atlante

Oltre 4 miliardi raccolti per il Fondo Atlante

A tutt’oggi sono 68 gli investitori che hanno aderito al fondo Atlante nato per salvaguardare le banche, alla data di chiusura di ieri 28 aprile il promotore Quaestio Capital Management Srg ha raccolto 4,378 miliardi di Euro.

Questo fondo durerà cinque anni con la possibilità di rinnovo per altri tre ma potrà essere riaperto nel caso di assenso superiore alla percentuale del 66% delle quote degli investitori.

I beni del fondo saranno destinati nella misura di almeno il 30% della propria disponibilità alle sofferenze “non performin loan” e potranno essere garantiti da asset in cartolarizzazioni di Npl anche in co-investiment.

Non sarà possibile sottoscrivere più del 70% di ogni singola emissione a meno che questo non sia fondamentale per un buon esito di tutta l’operazione.

Il principio di Atlante è quello di “indipendenza del management della Sgr da azionisti e investitori”.

Questo è quello che ha dichiarato l’amministratore delegato di Quaestio Capital Management Sgr Paolo Petrignani.

Posted by / June 23, 2016 / Posted in News

Sessione negativa per futures Oro

La sessione della borsa asiatica questo martedì ha messo in risalto un rialzo dei futures dell’oro.

All’interno del New York Mercantile Exchange nella divisione Comex i futures dell’oro con consegna a giugno sono saliti dello 0,4% scambiando a 1.438,32 dollari americani per oncia troy.

In una prima battuta di scambio il prezzo è arrivato anche a valori più alti a 1.452,88 dollari per oncia troy, loro si prevedeva trovare la quota di supporto a 1.421,67 e la quota resistenza a 1.455,66.

L’indice del Dollaro che mette in risalto i risultati della moneta americana nei confronti delle altre valute principali rivali e sceso dello 0,02% scambiando 95,21 dollari.

Sempre sul Comex, l’Argento in consegna a maggio è sceso dello 0,04% scambiando a 17,128 dollari per oncia troy mentre il Rame in consegna a maggio è sceso dello 0,22% scambiando a 2,348 dollari per libbra.

Posted by / June 13, 2016 / Posted in Borsa