Come effettuare dei trade su Indici Statunitensi e Down Jones

Grazie ai broker opzioni binarie è possibile anche tradare sugli indici azionari, fra questi c’è l’indice di borsa che consiste nell’attività derivata della borsa valori dove al suo interno vengono contrattate le azioni.

Oggi parleremo del Dow Jones uno degli indici americani che più rispecchia il clima economico made in USA, che vi farà capire meglio come fare trading online.

Il Nasdaq è l’insieme delle azioni di 100 aziende del ramo tecnologico e farmaceutico, principalmente americane ma vi sono anche alcune società estere.
Come potrete capire, questo gruppo di aziende non è molto idoneo per misurare la reale economia americana.
Prima di effettuare un qualsiasi trade sul Dow Jones attraverso le opzioni binarie dovete ricordarvi che questa tipologia di mercato non è aperta 24 ore su 24, apre dal lunedì al venerdì, dalle 13:30 GMT alle 20:30 GMT.

La manovra successiva è quella di riuscire ad individuare i fattori che possono influire sulla decisione da parte degli investitori di svendere le loro partecipazioni azionarie portando inevitabilmente ad un calo del prezzo dell’indice azionario.

Ecco i fattori che più influiscono sulle prestazioni di questo indice:

– La salute dell’Economia Globale;
– Eventuali attacchi terroristici o guerre;
– Eventuali relazioni sui ricavi, specialmente quelle riferite alle società finanziarie;
– Eventuali aggiornamenti relativi al rating creditizio;
– I dati relativi al prezzo del greggio;
– Eventuali dati sintetici sulle abitazioni;
– Dati relativi alla fiducia dei consumatori;
– PIL (Prodotto Interno Lordo);
– Dati relativi all’occupazione;
– Dati di produzione.

Fra tutti questi il più importante è quello sui dati dell’occupazione, di solito quando questi dati vanno al ribasso, il DJ30 viene sempre svenduto.

I dati sulla produzione consistono in una misura del rapporto di lavoro e finiscono sempre per influire direttamente sulla spesa dei consumatori.
Ovviamente un’aumento della produzione è segno di economia in ripresa, quindi si prospetteranno più posti di lavoro e più liquidità nelle tasche dei cittadini.

Questi sono due dati che influiscono sulle decisioni finali degli investitori e li porta a mantenere o a svendere le proprie azioni.
La borsa americana è l’ultima ad aprire dopo quelle europee ed asiatiche e di conseguenza si potrà vedere meglio l’andamento del mercato.
Risulterà molto utile monitorare i canali di informazione come Bloomberg Tv e con l’analisi del trade si potrà capire la direzione dei vari indici.

Potrete utilizzare un’opzione Up/Down con scadenza a tempo determinato, di solito si parte da 15 minuti con intervalli di 15 in 15.
Quindi la cosa più conveniente è quella di aprire con le opzioni binarie qualche ora dopo l’apertura del DJ30 con scadenza a 15 minuti.

Solitamente l’indice sale o scende nell’immediato all’apertura del mercato seguendo una tendenza generale.

Prima di rischiare soldi veri vi consigliamo di provare i demo opzioni binarie.

Investire in opzioni binarie con i rimborsi

Una delle metodologie per riconoscere subito un trader esperto da un principiante è quella che i professionisti cercano sempre di minimizzare le loro perdite e riducono i costi del trading al minimo.

I principianti invece cercano sempre di raggiungere profitti facili senza valutare bene la realtà. I professionisti non cercano soltanto di migliorare i rapporti ricompensa/rischio nel trading opzioni binarie ma cercano sempre di ridurre, ove possibile, le spese di negoziazione. La tattica che va per la maggiore è quella di richiedere rebate da siti web dedicati e specializzati in questo tipo di possibilità come www.miglioribrokersopzionibinarie.it lavorando con queste società si possono ottenere dei rimborsi su base mensile equivalente ad una percentuale dell’importo totale depositato nel mese precedente per effettuare trading di opzioni binarie.

In sostanza queste società sono disposte a pagare una percentuale dei profitti che ricevono da un determinato broker purchè accettiate di operare con quel determinato broker passando dai loro link di affiliazione. In poche parole sono disposti ad offrirvi dei rimborsi per persuadervi a diventare un loro affiliato. Un tale accordo può essere redditizio per entrambi, loro accrescono il loro numero di affiliati mentre voi abbattete i costi di trading.

Anche se le opzioni binarie sono un meccanismo molto più semplice da gestire in confronto ad altre metodologie più tradizionali tipo forex trading dovrete comunque rendervi conto che il concetto di perdita è una caratteristica intrinseca.

Quindi dovrete accettare questa caratteristica come una componente di base delle vostre future strategie cercando di ridurre al minimo il suo impatto come priorità assoluta.

Comunque è molto difficile padroneggiare questa caratteristica, ci vorrà tempo per riuscire a gestirla al meglio. Quindi in questo caso, utilizzare i rebate vi aiuterà sicuramente a ridurre i costi complessivi indipendentemente se le vostre opzioni finiscano ITM o OTM.

Ottenere un rebate è abbastanza semplice, vi basterà effettuare una ricerca sul web alla voce “rimborsi opzioni binarie” e dopo aver trovato la società specializzata dovrete aprire un conto di gioco, attivare un conto reale con un broker, effettuare un deposito ed iniziare a fare trading con opzioni binarie, in questo modo riceverete un rimborso ogni mese successivo.

Concludiamo dicendo che, internet è pieno di società truffaldine quindi, quando avrete trovato la società che secondo voi è quella giusta, prima di effettuare la registrazione ed il deposito effettuate delle ricerche per essere sicuri che sia una società seria.